PIERO MALCOVATI, un lombardo che amava il Sud

Il lombardo Piero Malcovati, negli anni ’50, convinse Angelo Rizzoli a investire nell’industria idrotermale e turistica, così nacque il prestigioso complesso alberghiero della Regina Isabella a Lacco Ameno nell’isola d’Ischia.

L’11 novembre prossimo il CENTRO STUDI ISOLA DISCHIA ricorderà la figura di PIERO MALCOVATI, a 50 anni dalla scomparsa, con un evento che si terrà presso la Biblioteca Comunale Antoniana.

Il prof. Malcovati, insigne ginecologo pavese, si era innamorato dell’isola d’Ischia quando ebbe occasione di visitarla durante la guerra, e agli inizi degli anni ’50 acquistò, a Ischia Ponte, “Lo Scuopolo”, ex torre cinquecentesca di avvistamento.

Specializzato in idroclimatologia e tecnica ospedaliera, Malcovati, dopo lo studio di due scritti medievali sulle terme partenopee, rinvenuti a Napoli nel 1941 durante il servizio militare (Precetti ginecologici in due antiche trattazioni sulle terme napoletane, in Annali di ostetricia e ginecologia, LXVI [1944], pp. 105-115), coltivò un costante interesse per il trattamento crenoterapico delle affezioni femminili (Le cure termali in ginecologia. Relazione al XXVII Congresso nazionale di idroclimatologia, in Annali di ostetricia e ginecologia, LXX [1948], pp. 503-531; La climatoterapia nel campo ostetrico-ginecologico, in Riv. di ostetricia e ginecologia pratica, XXXII [1950], pp. 9-14): Fu presidente della Fondazione Società termale di Lacco Ameno di Ischia e vicepresidente della sezione Alta Italia di idroclimatologia.

Gli studi e le intuizioni di Piero Malcovati hanno determinato la nascita dell’industria turistica dell’isola d’Ischia e hanno avuto un fortissimo influsso sulle popolazioni locali.

 
2013 un video di teleischia